Modalità di partecipazione - Tribunale di Reggio Calabria

LE SEGUENTI ISTRUZIONI, VALIDE PER LA PARTECIPAZIONE SIA ALLE VENDITE PRESSO IL TRIBUNALE SIA ALLE VENDITE PRESSO LO STUDIO DEI PROFESSIONISTI DELEGATI, DEVONO ESSERE RISPETTATE DAGLI OFFERENTI, A PENA DI INAMMISSIBILITA’.

VENDITA SENZA INCANTO:  1) Ciascuno offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12 del giorno antecedente la vendita, unitamente all’offerta di acquisto (contenente l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato in ordinanza, nonché l’indicazione specifica del lotto di riferimento), una somma pari al 10% del prezzo offerto, da imputarsi a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria Esec.  Imm. (o presso lo studio del professionista delegato) di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati alla Cancelleria Esecuzioni Immobiliari (od al professionista delegato), con l’indicazione del numero di procedura e del n..* del lotto; 2) La domanda di partecipazione contenente l’offerta di acquisto,  corredata da una marca di euro 16,00 e da due marche di euro 2,00 ciascuna, deve riportare le complete generalità dell’offerente, il suo codice fiscale, lo stato civile e, ove coniugato, il regime patrimoniale prescelto. Nel caso in cui l’offerente è persona giuridica - società, la domanda dovrà altresì contenere l’indicazione della Partita Iva e corredata del certificato di iscrizione al Registro delle Imprese, comprovante i poteri conferiti al sottoscrittore dell’istanza. 3) la domanda di partecipazione, come sopra redatta, va presentata in BUSTA CHIUSA.   A pena di irricevibilità dell’offerta, la busta non deve contenere all’esterno alcuna indicazione o annotazione e nella stessa devono essere già stati inseriti gli assegni circolari di cui al punto 1).  4) L’offerta presentata è irrevocabile. 5) In caso di più offerte valide si procederà ad una gara sulla base dell’offerta più alta e tenuto conto delle indicazioni di cui all’art. 572 c.p.c. 6) Non è possibile presentare offerte d’acquisto in aumento ex art. 584 c.p.c.. 7) In caso di aggiudicazione, il residuo prezzo d’acquisto, dovrà essere versato entro il termine perentorio di gg. 90 dall’aggiudicazione.

VENDITA CON INCANTO: Per la partecipazione alle vendite con incanto valgono le modalità e le istruzioni indicate ai punti precedenti per le vendite senza incanto, con le seguenti precisazioni:  1) La somma da depositare a titolo di cauzione tramite assegni circolari non trasferibili intestati alla Cancelleria Esec. Immobiliari (od al professionista delegato), deve essere pari al 10% del prezzo a base d’asta,  indicato in ordinanza di vendita. 2) Ad incanto avvenuto, entro il termine perentorio di dieci giorni,  potranno essere presentate presso la  cancelleria esecuzioni immobiliari (o presso lo studio del professionista delegato) offerte d’acquisto in aumento previste dall’art. 584 c.p.c. 3) In caso di aggiudicazione, il residuo prezzo d’acquisto, dovrà essere versato entro il termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione.