Modalità di partecipazione - Tribunale di Rovigo

Condizioni di vendita per vendite esecutive e fallimentari
Gli immobili oggetto di vendite giudiziarie saranno venduti con il sistema della vendita senza incanto. Chiunque sia interessato all’acquisto deve depositare, nel termine indicato dalle condizioni di vendita del singolo procedimento, una offerta di acquisto in busta chiusa: a) la offerta va redatta su carta con apposta una marca da bollo di Euro 14,62; b) colui che deposita la busta al momento del deposito deve essere munito di ulteriore marca da bollo da Euro 14,62 e da Euro 3,10 per la redazione del verbale di deposito; la offerta deve contenere la offerta di acquisto ad un prezzo non inferiore a quello base e il versamento di una cauzione non inferiore al 10% del prezzo proposto (le modalità di versamento della cauzione, se con assegno circolare o con versamento su c/c, saranno determinate dalla singola ordinanza di vendita). La offerta non è revocabile. Alla udienza fissata per la vendita verranno aperte le buste e, se vi saranno più offerte, si procederà ad una gara sulla base della offerta più alta e con la offerta in aumento indicata nella ordinanza di vendita. La udienza di vendita si tiene nel Tribunale a Rovigo al piano primo innanzi al Giudice dott. Anna Ghedini o a un suo delegato. La aggiudicazione è definitiva: non sono possibili offerte in aumento dopo la aggiudicazione. Dopo la aggiudicazione l’acquirente deve versare, nei termini fissati dalla ordinanza (dai 30 ai 60 gg.), il saldo prezzo: in mancanza perderà la cauzione e il bene verrà posto nuovamente in vendita. Nel caso di assenza di offerte per la vendita senza incanto, secondo quanto disposto dalla legge, viene fissata una successiva ed immediata udienza per l’incanto allo stesso prezzo. L’incanto è una diversa modalità di vendita: l’interessato deve presentare una istanza di partecipazione all’asta, contenente analoghe indicazioni e analoga cauzione rispetto a quelle indicate per la vendita senza incanto. La istanza non è vincolante e indica solo la volontà di partecipare all’asta. In caso di mancata partecipazione per legge sarà trattenuto il 10% della cauzione versata. Quanto alle condizioni del bene, alla sua natura e tipologia, alle sue caratteristiche distintive (presenza di abusi, possibilità di sanatoria, oneri condominiali, etc…) gli interessati possono prendere visione della perizia sul sito internet www.asteannunci.it. Per ogni informazione e per concordare la visita all’immobile gli interessati debbono prendere contatto con il custode o con il curatore che si occupa della vendita del singolo bene e che è indicato in calce ad ogni avviso. Sarà costui a fornire tutte le indicazioni circa le modalità in dettaglio della vendita e a agevolare ed accompagnare l’acquirente in ogni fase dell’acquisto. La Cancelleria non fornisce informazioni: rivolgersi solo al custode o curatore. È possibile per gli interessati ottenere mutui fino al 70-80% del prezzo del bene acquistato per il pagamento del prezzo stesso garantiti da ipoteca di primo grado sul bene acquistato: aderiscono a tale convenzione con l’ABI: la Banca di Roma, la Banca di Credito Cooperativo Del Polesine filiale Rovigo, la Banca Popolare di Ravenna, la Banca Popolare di Verona e Novara, la Banca Monte dei Paschi di Siena, Unicredit Banca per la Casa, Banca Carige filiale Monselice. Per ulteriori informazioni rivolgersi alle banche stesse. Si segnala che la vendita non comporta alcuna spesa, fatta eccezione che per quelle relative alla volturazione e registrazione e trascrizione del decreto di trasferimento, effettuate dalla procedura ma a carico dell’aggiudicatario. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura della procedura; che se occupato dal debitore, o da terzi senza titolo, all’atto della aggiudicazione sarà ordinato l’immediato sgombero e l’immobile verrà consegnato libero all’acquirente.