Modalità di partecipazione - Tribunale di Terni

Le Vendite Giudiziarie
Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie. Non occorre l’assistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile è stimato da un perito del Tribunale. La prima asta è senza incanto e, nel caso in cui non venga formulata nessuna offerta, la seconda asta si svolge con incanto. Oltre al prezzo di aggiudicazione  si pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con le agevolazioni di Legge (1° casa, imprenditore agricolo, ecc.). La vendita non è gravata da oneri notarili o mediazione. è dovuto al professionista  custode – delegato il compenso per le operazioni di registrazione, trascrizione, voltura del decreto di trasferimento e di cancellazione delle formalità pregiudizievoli secondo gli importi indicati nel prospetto denominato “compenso ai custodi” rinvenibile sulla pagina iniziale del sito www.tribunale.terni.it. Tale compenso non è dovuto nelle vendite fallimentari. La proprietà è trasferita dal Giudice con decreto emesso entro 30 giorni dal saldo prezzo. La trascrizione nei registri immobiliari e le attività di volturazione catastale sono  a cura del Tribunale. Le spese di trascrizioni, registrazione e voltura sono a carico dell’acquirente. Di tutte le ipoteche e pignoramenti, se esistenti, è ordinata la cancellazione. Le spese di cancellazione sono interamente a carico della procedura. Per gli immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile alla procedura, il Giudice ha emesso, contestualmente all’ordinanza di vendita, ordine di liberazione immediatamente esecutivo e la procedura di liberazione è già in corso a cura del Custode/Curatore.

Come partecipare
Domanda in carta legale (fac-simile rinvenibile sul sito www.tribunale.terni.it) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dei termini di pagamento, da presentare in busta chiusa il giorno antecedente la vendita (ore 11 canc. Esecuzioni, ore 12 canc. Fallimentare), nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo offerto, quale cauzione, che verrà trattenuta in caso di mancato pagamento del saldo prezzo. Nella domanda l’offerente deve indicare le proprie generalità (allegando fotocopia doc. identità o visura camerale per le società), il proprio cod. fisc., se intende avvalersi dell’agevolazione fiscale per la 1° casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si trova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicata la data della vendita e il nome del Giudice senza nessuna altra indicazione (né nome del debitore o del fallimento, né bene per cui è stata fatta l’offerta). Prima di fare l’offerta leggere la perizia e l’ordinanza del Giudice. A CHI INTESTARE L’ASSEGNO: a nome di “Procedura” aggiungendo le parole in calce ad ogni annuncio dopo l’indicazione Rif. (per es. “Procedura RGE 100/99.” oppure “Fall. n. 100/99 R.F”). DOVE PRESENTARE LA DOMANDA: in Tribunale alla Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari ovvero  Cancelleria Fallimentare, tel e fax 0744/3981 (lun-ven. 9-12,30); COME VISITARE L’IMMOBILE: rivolgersi al custode giudiziario o al curatore indicati in calce all’annuncio almeno 7 giorni prima della data dell’asta. Per prenotare la visita nelle vendite esecutive e fallimentari è sufficiente entrare all’interno della scheda dettagliata delle singole vendite sui siti incaricati e cliccare sul link per prenotare la visita per i Curatori e per i Custodi. 

Mutui
Gli acquirenti possono pagare il saldo prezzo ricorrendo a finanziamenti a condizioni agevolate, per importi fino all’80% garantiti con ipoteche sui beni oggetto delle vendite. Per conoscere l’elenco degli istituti di Credito e le condizioni offerte visitare il sito www.tribunale.terni.it oppure chiamare il Custode Giudiziario/Curatore Fallimentare. La Banca deve essere contattata almeno 30 giorni prima della vendita.
Tutte le informazioni relative alle vendite immobiliari e fallimentari potranno essere rinvenute consultando il sito www.tribunale.terni.it
Maggiori informazioni: per le procedure esecutive Numero Verde 800 630663, per le procedure fallimentari Numero verde ripartito 848 582031