Dossier della Rivista Aste Giudiziarie n. 322

  • Dossier: Teleriscaldamento: una soluzione per risparmiare su luce e gas
  • Periodo: Dicembre 2011

Teleriscaldamento: una soluzione per risparmiare su luce e gas

In questo sistema centralizzato l'energia viene prodotta in un unico impianto e distribuita a diversi utenti, fornendo sia luce che gas. Una soluzione che consente di risparmiare sulla bolletta.
Ma che in Italia è ancora poco diffusa.

In questo periodo gli italiani ci tengono particolarmente ad operare delle scelte “eco” in fatto di energia, ovvero ecologiche, per ridurre l’impatto ambientale dei propri consumi, ed economiche, per limitare i costi delle bollette di luce e gas, una voce che incide pesantemente sull’economia domestica. Una delle soluzioni alternative per la produzione di energia, in grado di coniugare praticità e risparmio, è il teleriscaldamento, un sistema che genera allo stesso tempo energia elettrica e riscaldamento a costi ridotti.

Ecco come funziona il teleriscaldamento: attraverso una rete di tubature sotterranee viene trasportata acqua calda, acqua surriscaldata o vapore da una centrale alle abitazioni. Si tratta di un sistema centralizzato, in cui l’energia viene prodotta in un unico impianto e in seguito distribuita a diversi utenti, fornendo sia luce che gas, riducendo così i consumi rispetto alla produzione di energia in ogni singola abitazione. La centralizzazione permette di evitare le dispersioni di energia e di ridurre le emissioni di CO2 fino al 20% rispetto a quelle delle caldaie individuali.

Il rendimento termico prodotto attraverso il teleriscaldamento è molto elevato e la produzione di energia elettrica e riscaldamento viene distribuita nelle 24 ore della giornata. Un ulteriore punto a favore del teleriscaldamento è che può essere alimentato da fonti di energia rinnovabile, come gas naturale e biomasse. Ma i vantaggi di questo sistema di produzione non si limitano al risparmio energetico e all’elevata efficienza: l’energia così ottenuta permette infatti anche una sensibile riduzione delle bollette di luce e gas.

Il teleriscaldamento può essere utilizzato per produrre energia elettrica e calore nei centri abitati di nuova costruzione ed è un sistema già molto diffuso nel nord Europa, mentre in Italia non ha ancora preso piede anche a causa degli alti costi per la costruzione degli impianti. Tuttavia, laddove è stato implementato, il teleriscaldamento ha mostrato tutta la sua convenienza: è questo il caso, per esempio, delle opere realizzate da Cofely, società del Gruppo Gdf Suez, in Piemonte, nel Comune di Biella, e a Torino in occasione delle Olimpiadi Invernali del 2006.

Chi, almeno per il momento, non ha accesso a sistemi di teleriscaldamento per fornire energia alla propria abitazione, può comunque cercare di ridurre sprechi e bollette scegliendo l'offerta di energia elettrica e gas più conveniente sul mercato libero dell’energia. Attraverso il servizio di confronto energia di SuperMoney, per esempio, è possibile valutare le offerte di energia elettrica e gas dei principali operatori  sul mercato, tra cui Enel Energia, Eni, Sorgenia, Edison e molti altri, e trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze.