Mutui, proposta del Parlamento UE per la trasparenza e la stabilità del mercato

Il Parlamento europeo ha lanciato una proposta di legge per rendere il mercato dei mutui in Europa più stabile, garantendo maggiori tutele ai cittadini

Mutui più stabili e flessibili per tutti i cittadini d’Europa: è l’obiettivo che si prefigge il nuovo progetto di legge discusso pochi giorni fa in Commissione affari economici del Parlamento Europeo.
La proposta di legge mira alla tutela dei consumatori e al raggiungimento di alcuni standard minimi comuni a tutti gli Stati europei, che permettano nel contempo di salvaguardare le differenze economiche e culturali esistenti tra i Paesi membri.
Il mercato dei mutui dell'UE è molto vasto: nel 2009 il totale di mutui ipotecari residenziali nei 27 Stati membri ammontava ad oltre 6.000 miliardi di euro, pari al 52% del PIL di tutta l'Unione. La percentuale di proprietari di casa è vicina al 70%: una normativa più attenta alle esigenze dei consumatori gioverebbe dunque a milioni di cittadini europei alle prese con le rate del mutuo, soprattutto in un momento come quello attuale, in cui i livelli di indebitamento delle famiglie sono in aumento a causa della crisi economica.
La proposta del Parlamento UE mira ad una maggiore tutela dei consumatori e ad un più efficace funzionamento del settore. Tra le novità previste, ci sono un’informativa più completa in fase precontrattuale e l’obbligo per i Governi a promuovere campagne educative sui mutui. La parola d’ordine, una volta stipulato il finanziamento, dovrà essere flessibilità: l’UE ha proposto l'introduzione di standard in materia di rimborsi anticipati, portabilità tra istituti di credito, e diritto di convertire un mutuo in valuta estera in moneta nazionale.
Le legge sui mutui prevede inoltre il rafforzamento dell’attività di vigilanza e il rispetto dei requisiti di trasparenza, oltre a maggiori indicazioni per garantire una corretta valutazione degli immobili. In questo modo sarebbe possibile ridurre i casi di sovravalutazione delle proprietà, che mettono in difficoltà i mutuatari che si trovano impossibilitati a fornire garanzie sufficienti.
Il progetto di legge punta anche ad una maggiore concorrenza nel mercato dei mutui: attualmente, in media i cinque maggiori istituti di credito in ciascuno Stato membro controllano oltre il 75% dei mutui, una situazione che va a discapito dei consumatori. Per ottenere il mutuo più conveniente, prima di rivolgersi alle banche, è bene informarsi sulle diverse opzioni disponibili utilizzando i comparatori on line come SuperMoney, che mette a confronto le offerte di mutui on line di 40 banche e permette di trovare quella più vantaggiosa. Attualmente, tra i mutui casa più interessanti sul mercato ci sono mutuo arancio di ING Direct e i mutui CheBanca!.